fbpx

Airbnb proprietari: tutto quello che c’è da sapere per diventare Host senza pensieri

airbnb proprietari

Come si diventa proprietari con immobili attivi su Airbnb

Sempre più frequentemente ci chiedete: how to be an Airbnb host?

Tutti ormai sanno che Airbnb è la piattaforma mondiale di affitti brevi.

Nata nel 2007 come opportunità per arrotondare affittando la camera degli ospiti, in pochi anni ha subito un’evoluzione che ha trasformato la sharing economy.

Quanto mi costa e cosa devo fare per inserire il mio appartamento su Airbnb?

Attraverso il portale Airbnb è possibile affittare stanze o interi appartamenti per settimane, weekend o giorni.

Il primo passo per diventare Airbnb proprietari è il più semplice: occorre avere a disposizione un appartamento arredato libero da inquilini o decidere di convertire una locazione ordinaria in affitto breve.

Il secondo passo è registrarsi al sito in pochi semplici click e così entrare a far parte della community internazionale di Host.

Airbnb tratterrà una percentuale sugli incassi.

Ma siamo davvero sicuri che sia finita qui?

Quando si diventa Airbnb proprietario e si gestisce un appartamento per affitti turistici è sempre difficile capire quanto è possibile guadagnare e come rendere ottimale la gestione.

Sono molti infatti gli aspetti che possono rendere complicate le locazioni brevi.

Affittare un appartamento su Airbnb implica occuparsi del check–in e del check-out, della pulizia e del cambio biancheria e dei problemi che potrebbero insorgere durante il soggiorno degli ospiti.

Il primo consiglio che diamo agli Airbnb proprietari è di non scoraggiarsi mai!

Si tratta di un lavoro che può dare grandissime soddisfazioni non solo economiche, se condotto con professionalità e con responsabilità.

Ricordiamo poi che esistono società in grado di gestire ciascuna fase, lasciando agli Airbnb proprietari solo la soddisfazione economica e personale di aver aperto le porte della propria casa a turisti provenienti da tutto il mondo.

Airbnb proprietari, quanto è possibile guadagnare

Quanto posso guadagnare con il mio appartamento?

È la prima domanda che si pone chi si accinge a diventare Host!

In base alla nostra esperienza un alloggio di medie dimensioni che può accogliere almeno 4 ospiti per prenotazione e che viene gestito in modo attivo, con un tasso di occupazione mensile dell’80% e con una gestione dinamica delle tariffe Milano può rendere – al netto di imposte e spese – almeno il 50% in più di un affitto tradizionale.

Dunque davvero un bell’affare se paragonato agli affitti tradizionali che sono soggetti oltretutto al rischio della morosità dell’inquilino.

Ma sono molte le variabili che possono incidere sul guadagno effettivo.

Non tutti i gli Airbnb proprietari riescono ad incassare quanto stimato.

Così spesso gli host sono a caccia di escamotage o trucchi per far soldi con Airbnb.

Ma esistono davvero segreti per guadagnare di più con Airbnb?

Per trarre il massimo profitto da un affitto breve forse occorre essere un po’ folli e visionari.

Puntare su un design d’interni accattivante, ma non necessariamente costoso; modificare continuamente le tariffe a seconda della stagione e anche più volte a settimana; offrire servizi aggiuntivi accattivanti ed originali ed essere molto accoglienti e amichevoli con gli ospiti.

Noi di CleanBnB mettiamo a disposizione uno strumento per avere un’idea concreta di quanto è possibile guadagnare con il vostro appartamento. CLICCANDO SU QUESTO LINK  potrete avere una VALUTAZIONE GRATUITA del vostro immobile.

Airbnb host, cos’altro c’è da sapere per affittare serenamente: l’assicurazione per i proprietari

Vi abbiamo già parlato della Disciplina Fiscale e del Decreto Sicurezza.

Un altro aspetto importante che vi solleverà in caso di dubbi ed incertezze è la copertura assicurativa per i proprietari.

L’assicurazione per gli Airbnb proprietari: i due modelli

Esistono due diversi modelli di protezione per gli host di Airbnb.

La prima si chiama Garanzia Host, la seconda Protezione Assicurativa Host.

Sono due programmi assicurativi differenti che Airbnb offre agli Host in caso di danni materiali o lesioni personali.

  • La garanzia Host

In particolare, la Garanzia Host Airbnb protegge i proprietari nella rara eventualità in cui un ospite arrechi dei danni materiali ai loro averi, all’unità abitativa o alla casa durante il soggiorno.

La Garanzia Host non è un’assicurazione e non sostituisce quella del proprietario o del locatario.

La Garanzia Host Airbnb offre una protezione fino a 800.000 € per la casa in affitto breve.

Questa sarà automaticamente coperta in caso di danni causati da un ospite, indipendentemente dal fatto che sia stato aggiunto o meno un deposito cauzionale.

Il Programma di Garanzia Host Airbnb, è doveroso precisarlo, non si applica a beni come contanti, titoli, oggetti da collezione, opere d’arte, gioielli, animali o responsabilità civile, oltre che i danni causati da usura.

La Garanzia Host, infine, non è una vera e propria assicurazione e non sostituisce quella personale del proprietario o del guest.

  • La Protezione Assicurativa Host

La Protezione Assicurativa Host per Airbnb proprietari, al contrario, è un’assicurazione pensata per coprire gli Host in caso di richieste di risarcimento di terze parti per lesioni fisiche o danni materiali alla proprietà.

Il programma Protezione Assicurativa Host è disponibile per tutti gli Host indipendentemente da eventuali altre coperture assicurative.

Questa sostituisce l’assicurazione primaria solo in caso di incidenti verificatisi durante un soggiorno con Airbnb.

Il programma assicurativo di Airbnb per i suoi Host copre anche alcuni danni materiali nelle aree comuni all’esterno dell’alloggio (per esempio, nell’ingresso di un edificio).

In determinati casi, anche i proprietari degli appartamenti e, più in generale, le associazioni di proprietari, sono tutelati da eventuali richieste di risarcimento presentate contro di loro.

Ad esempio qualora un ospite si ferisca o danneggi l’alloggio durante il soggiorno.

La copertura della polizza assicurativa – è bene precisarlo – interviene in relazione ad eventi verificatisi durante i soggiorni Airbnb e conformemente ai termini della polizza.

Esempi di copertura della polizza assicurativa per gli Airbnb proprietari

Per i proprietari di immobili in affitto breve su Airbnb e per una gestione più serena delle locazioni è indispensabile conoscere quali sono i casi concreti in cui interviene l’assicurazione della piattaforma di hosting e in quali, invece, non c’è copertura.

E’ importante osservare infatti che Airbnb consiglia a tutti i proprietari di immobili o camere in affitto sulla piattaforma di avere sempre attiva un’assicurazione propria ed indipendente da quella fornite da Airbnb.

A tal riguardo CleanBnB, per sgombrare il campo da equivoci, offre gratuitamente ai proprietari che si affidano ai propri servizi di gestione professionale degli affitti brevi, la Copertura Assicurativa inclusiva di protezione per responsabilità civile, protezione per danni all’immobile, protezione per furti del contenuto dell’immobile.

Il proprietario così può vivere ancora più serenamente l’esperienza degli affitti brevi. Per ulteriori informazioni su tutti i servizi inclusi nel pacchetto full di CleanBnB vi invitiamo a consultare questo link.

CleanBnB che può diventare Airbnb host per vostro conto assicurandovi non semplicemente i guadagni più alti ma anche tutta la serenità di cui avete bisogno per diventare Host senza pensieri e far girare il mondo in casa vostra!

 

Gestione affitti brevi

Scopri quanto puoi guadagnare mensilmente dal tuo immobile con CleanBnB.
Valutazione Gratuita

Gestione affitti brevi

Scopri quanto puoi guadagnare mensilmente dal tuo immobile con CleanBnB.
Valutazione Gratuita
CleanBnB