fbpx

L’Italia dopo il lockdown: riaperture e ripartenza

italia turismo dopo il lockdown

La data del 18 maggio segna una svolta per l’Italia che termina così il lockdown, tra i più severi al mondo, una misura restrittiva di tale portata non era mai stata attuata prima nella storia della Repubblica Italiana.

Il Consiglio dei Ministri ha approvato un nuovo provvedimento che prevede una serie di misure che hanno anche l’obiettivo di agevolare la ripresa economica del Paese.

Il Decreto Rilancio è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale e rende liberi gli spostamenti all’interno delle regioni. Le nuove norme danno il via alla riapertura di tutte le attività commerciali.

Il questi giorni bar, ristoranti, negozi, parrucchieri ed estetisti stanno riaprendo i battenti, adeguandosi ai protocolli statali idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore aziendale di riferimento.

Fatto salvo il divieto di assembramento sia in spazi chiusi che all’aperto, il decreto è un primo importante passo verso il ritorno alla normalità.

Adeguarsi alle norme igienico sanitarie non è stato semplice: la sanificazione degli ambienti, la disponibilità di guanti e di gel e disinfettanti all’ingresso dei locali, la distanza di almeno un metro tra i tavoli dei ristoranti, l’ingresso contingentato in negozi e attività commerciali, hanno reso complicate molte riaperture.

Ma il desiderio di riconquistare la normalità, o come si ormai soliti definirla, una nuova normalità, richiede uno sforzo da parte di tutti.

I ristoratori potranno rilevare la temperatura attraverso termo scanner e conservare gli elenchi delle prenotazioni per almeno 15 giorni, per consentire le ricerche dei link epidemiologici nel caso dovessero insorgere nuovi focolai.

Dovrà esservi una sanificazione costante degli ambienti e anche degli indumenti che i negozi di abbigliamento daranno in prova nei camerini, accorgimenti che susciteranno anche maggior sicurezza nel tornare a fare acquisti non più solo online.

La libertà di circolazione all’interno della regione non rende più necessaria l’autocertificazione.

La mobilità non è più ancorata allo stato di necessità, ma è possibile spostarsi, nella stessa regione, anche solo per una passeggiata, un weekend al mare, visitare congiunti, ma anche affetti stabili e amici.

Dovremo ancora aspettare un’altra data che segnerà il cammino verso la nostra vita pre Covid- 19.

Dal 3 giugno, dovrebbero essere possibili gli spostamenti interregionali sempre tenendo conto dell’eventuale permanenza del rischio epidemiologico in aree specifiche del territorio.

Ritrovare le proprie consuetudini di vita passa anche attraverso momenti di svago.

Ciò è necessario, non solo perché il turismo è un importante traino dell’economia nazionale, ma anche perché il confinamento ha comportato grosse conseguenze sulla vita sociale dei cittadini.

La domanda che noi del settore degli affitti brevi ci sentiamo fare più spesso è: potremo andare al mare questa estate, i vostri appartamenti, le case vacanza sono già idonei a ospitare?

Noi rispondiamo che è possibile farlo, che molte spiagge e stabilimenti balneari sono già aperti nel rispetto di linee guida precise, così come lo sono le case dei nostri host, sanificate e pronte ad accogliere, nel rispetto di tutte le normative, chi vuole concedersi momenti di relax nella tranquillità e sicurezza di un immobile privato, non esposto ad alcun rischio di assembramento.

La prenotazione obbligatoria, la riorganizzazione degli spazi e il distanziamento di lettini e ombrelloni che saranno igienizzati ad ogni cambio persona, tuteleranno la salute di chi decide di recarsi al mare.

L’Italia ha la fortuna di potere offrire tanto da Nord a Sud: cultura, cibo, panorami. Nel 2020 faremo i turisti di prossimità e ci concederemo la chance di riscoprire le bellezze del nostro Paese, anche quelle più vicine a noi, ma che abbiamo spesso trascurato, dandole per scontate.

CleanBnB è presente in 50 città italiane e per questo conosce profondamente le peculiarità di un territorio che sa offrire itinerari sorprendenti.

Le località di mare, di montagna, le nostre splendide città d’arte e i borghi. C’è tanto da visitare in Italia, anche se lo faremo in modo diverso, con attenzione ad evitare assembramenti pericolosi.

Questa è la stagione perfetta, ad esempio, per godere delle città d’arte, per concedersi camminate a piedi nelle piazze, lungo le calli, i decumani, i vicoli, del nostro meraviglioso Paese.

Dopo una giornata alla scoperta delle bellezze dell’Italia possiamo finalmente godere della serenità che solo una casa ci può offrire per poter preparare la cena con i nostri cari o, se siamo stanchi e non abbiamo voglia, per farcela consegnare a domicilio. La crisi ha infatti accelerato la diffusione, in numerosissime località italiane, di servizi di consegna a domicilio non solo di pietanze dal menu dei ristoranti, ma anche di frutta, verdura, carne, pesce, pane direttamente dai supermarket o minimarket locali. Tutte le nostre case sono dotate di cucine attrezzate e corredate e pronte all’uso. 

Il ritorno alla normalità non poteva poi prescindere dalla riapertura dei luoghi di cultura, da lunedì 18 maggio sono riaperti anche i musei, parchi archeologici e biblioteche, secondo programmi regionali.

Una occasione in più per visitare pinacoteche e gallerie in assoluta tranquillità e senza la calca che talvolta stravolge la bellezza di questi luoghi.

Come poi accennato dal 3 giugno il nostro Paese aprirà le proprie frontiere a quanti arriveranno dall’estero.

È dunque vicinissima la fine di questa sospensione storica del Trattato Schengen, la convenzione che prevede la libera circolazione delle persone all’interno del Paesi che lo hanno firmato.

L’Italia è pronta ad accogliere i viaggiatori che proverranno da altri paesi europei, e si prevede che questa misura possa contribuire alla ripresa del flusso turistico in vista dell’estate estate.

CleanBnB auspica che tutti facciano la propria parte con attenzione e prudenza per poter vivere la nuova normalità turistica nel modo più attento e prudente possibile.

Raccomandiamo di evitare sempre inutili assembramenti, di mantenere le distanze interpersonali di sicurezza e di indossare ovunque occorra, e sempre negli ambienti chiusi, mascherine e guanti. Igienizzare le mani frequentemente deve diventare un’abitudine.

Nonostante tutto siamo pronti a godere dell’estate italiana anche nel 2020, se saremo in grado tutti di attenerci a regole minime per poter convivere a basso rischio con l’ospite indesiderato di quest’anno, fino a quando non sarà definitivamente debellato dalla scienza medica.

Auguriamo a tutti una buona estate della ripartenza!

Gestione affitti brevi

Scopri quanto puoi guadagnare mensilmente dal tuo immobile con CleanBnB.
Valutazione Gratuita

Gestione affitti brevi

Scopri quanto puoi guadagnare mensilmente dal tuo immobile con CleanBnB.
Valutazione Gratuita
CleanBnB